La formazione obbligatoria nel settore metalmeccanico

La formazione continua metalmeccanici

La formazione obbligatoria nel settore metalmeccanico

Con il rinnovo del CCNL per l’industria metalmeccanica del 26 novembre 2016, è stato previsto all’art. 7 Sezione Quarta titolo VIII, che ogni azienda debba pianificare per ciascuno dei propri dipendenti a tempo indeterminato dei percorsi formativi ad hoc, della durata minima di 24 ore, da realizzarsi durante l’orario di lavoro, nell’ambito del triennio 2017-2019.

La formazione obbligatoria dei metalmeccanici

L’obiettivo è di creare nuove competenze, nuove conoscenze che possano consentire la crescita professionale dei lavoratori e favorire la loro occupabilità nel tempo e contemporaneamente favorire lo sviluppo dell’impresa.

Formazione per i metalmeccanici a tempo indeterminato

Dal 1° gennaio 2017, le aziende sono tenute a garantire ad ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato percorsi di formazione continua di durata pari ad almeno 24 ore in ogni triennio. Per i lavoratori part-time, la quota delle 24 ore triennali viene riparametrata e si calcola sulla base del ridotto orario di lavoro, tuttavia, in coerenza con le finalità delle previsioni contrattuali, può essere valutata l’opportunità di un percorso.

Formazione per i metalmeccanici a tempo determinato

Per quanto riguarda i lavoratori a tempo determinato, in base al principio legale di non discriminazione, è preferibile prevedere il loro inserimento nelle iniziative formative laddove sussistano condizioni comparabili a quelle previste per i lavoratori con contratto a tempo indeterminato; nello specifico ci si riferisce ai lavoratori il cui contratto a termine sia in corso nel primo biennio e che, anche per proroghe successive, si prolunghi nel terzo anno del ciclo triennale di riferimento. Non rientrano invece nel campo di applicazione della disciplina contrattuale i lavoratori in apprendistato, per i quali la formazione è un elemento essenziale del contratto, e i lavoratori in somministrazione, la cui formazione è a carico dell’agenzia di somministrazione.

La norma contrattuale, al fine di regolare la partecipazione dei lavoratori alle iniziative di formazione continua, prevede in via generale il rispetto di una percentuale unica di assenza contemporanea pari, di norma, al 3% complessivo della forza occupata nell’unità produttiva.

La formazione dei metalmeccanici su iniziativa individuale

I lavoratori che non siano stati coinvolti o per i quali non sia stato programmato un coinvolgimento in iniziative di formazione continua entro il secondo anno di ogni ciclo triennale (ovvero entro la fine del 2018 in fase di prima applicazione), potranno attivarsi per esercitare il diritto alla formazione continua nel corso del terzo anno (ovvero nel 2019 in fase di prima applicazione). In questo caso la norma contrattuale stabilisce che le ore previste dall’iniziativa formativa prescelta dal lavoratore sono per 2/3 a carico azienda e per 1/3 a carico del lavoratore medesimo.

Il lavoratore potrà quindi esercitare il proprio diritto alla formazione chiedendo di partecipare a iniziative formative finalizzate all’acquisizione o all’aggiornamento di competenze trasversali, digitali, linguistiche, tecniche o gestionali impiegabili nel contesto lavorativo dell’azienda. Per poter esercitare il diritto soggettivo alla formazione, il lavoratore deve farne richiesta entro 10 giorni lavorativi precedenti l’inizio dell’attività formativa alla quale intende partecipare, producendo, su richiesta dell’azienda, la documentazione necessaria. In questo caso le iniziative formative potranno essere realizzate da:

  • Enti riconosciuti dal Ministero del Lavoro (art.1 legge 40/87);
  • Enti in possesso di accreditamento secondo le normative regionali che consente di svolgere attività di formazione continua;
  • Enti in possesso di certificazioni della qualità secondo le norme UNI EN ISO 9001 2008 SETTORE EA37;
  • Università pubbliche e private e Istituti tecnici che rilasciano titoli di Istruzione secondaria superiore;
  • Azienda.

Per tutte le informazioni a riguardo, Deaform collabora da dieci anni con i consulenti del lavoro per aiutarli nella realizzazione di percorsi formativi personalizzati sulle esigenze delle aziende. Abbiamo infatti seguito più di 1.700 aziende e, ad oggi, abbiamo formato più di 2.500 lavoratori. Per maggiori informazioni sulla formazione continua o altre questioni, è sufficiente contattarci.